Il marketing medico è un tema che deve essere preso in considerazione dai professionisti della salute e dagli studi medici privati che hanno bisogno di portare nuovi clienti presso la propria struttura. Prima di iniziare, però, è giusto indicare un punto chiaro: esiste una regolamentazione.

Significa che bisogna rispettare una deontologia, una serie di regole che vengono poste dai rispettivi ordini che hanno il compito di vigilare sulla bontà delle operazioni. L’indicazione viene data dal sito www.salute.gov.it ed è legata alla necessità di non utilizzare leve persuasive che esasperano la necessità dell’utente di curare il proprio stato di salute. Quindi, bisogna agire:

“Nel rispetto della libera e consapevole determinazione del paziente, a tutela della salute pubblica, della dignità della persona e del suo diritto a una corretta informazione sanitaria”.

Il marketing medico deve essere anche etico. Ma non per questo perde di efficienza. Ecco delle strategie che permettono di rispettare il paziente e lavorare sulla giusta promozione sanitaria.

Crea un sito web professionale

Ecco il primo passo per avviare un buon lavoro di marketing medico: devi realizzare un sito web che sia in grado di riflettere la professionalità del tuo lavoro e del tuo team. Come deve essere questo prodotto? Informativo, chiaro, ben strutturato: la forma è importante ma anche la sostanza.

Significa che il sito web deve essere pensato per dare tutte le indicazioni possibili sui servizi proposti, sulle cure e le analisi che proponi. Inoltre, è importante avere pagine chi siamo e contatti: la fiducia in un medico passa anche dal sapere chi sei, cosa fai e come posso contattarti.

Da leggere: aumentare la customer retention

Gestisci la reputazione sul web

Questo è un fondamentale per il tuo marketing medico. Se una persona cerca il tuo nome online devi esserci con i migliori risultati. Aprire un sito web ti consente di occupare una posizione su Google ma poi devi assicurarti che ci siano altri contenuti che operano nella direzione giusta.

Definizione di marketing medico.

Ad esempio, puoi pubblicare ricerche e collaborare con altri siti web che ti consentono di mettere online interviste, schede attività e altri contenuti virtuosi che puoi confezionare in modo da far emergere il tuo lavoro. Lo stesso puoi fare con profili dei social network professionali.

Come YouTube che ti consente di pubblicare contenuti video di grande qualità nei quali puoi dare indicazioni chiare rispetto alle domande dei potenziali pazienti. Incentivare i clienti a lasciare recensioni positive online è importante per gestire la reputazione online, soprattutto se rispondi in modo appropriato. E questo aspetto sarà utile anche per la local SEO (prossimi paragrafi).

Apri un blog e inizia a pubblicare

Hai creato un sito web? Assicurarsi che sia ottimizzato per i motori di ricerca (ottimizzazione SEO) per migliorare la visibilità online. Vuoi migliorare le opportunità di posizionarti su Google?

Vuoi anche di aumentare l’autorevolezza del brand? Devi aprire un blog. Questo significa pubblicare articoli informativi per affrontare temi specifici del tuo lavoro di marketing medico.

È un aspetto che contempla la possibilità di intercettare potenziali pazienti che cercano soluzioni su Google. Uno degli aspetti fondamentali per l’attività editoriale: assicurati di avere articoli firmati.

Ma firmati da medici professionisti e di inserire delle bio ben strutturate nei singoli post, con link a profili social, curriculum e ricerche svolte. Per Google (e per gli utenti) è molto importante sapere -ad esempio – che un articolo dedicato alla salute della pelle sia firmato da un dermatologo.

Investi negli eventi per il pubblico

Proprio come avviene con il marketing delle farmacie, anche per altri settori della salute pubblica può essere una buona idea definire un calendario di eventi in sede per attirare nuovi clienti e fidelizzare quelli già acquisiti. Le persone spesso si dimenticano che c’è il tuo studio medico.

In questi casi basta avere un reminder utile – ovvero dei controlli gratuiti o degli screening ad accesso libero – può essere la soluzione ideale per riprendere dei clienti dormienti. E con un po’ di advertising puoi anche intercettare quelli nuovi. Ovviamente tutto cambia se hai dei contatti email o dei numeri di telefono nel database. Il motivo? Leggi subito il prossimo paragrafo.

Gestisci i contatti che hai acquisito

Il web marketing medico deve basarsi su un lavoro di acquisizione dei lead, ovvero dei contatti potenzialmente interessati al servizio, che poi si trasformano in clienti nel migliore dei casi.

Ma non finisce qui, il funnel di vendita prevede passaggi ulteriori come l’invio di newsletter periodiche o SMS per avvisare di nuove offerte o delle famose iniziative organizzate in sede.

Local SEO per la tua professione

Una delle attività più redditizie in termini di marketing medico è la local SEO. Ovvero l’ottimizzazione per i motori di ricerca rispetto a query geolocalizzate. Tipo studio ortopedico a Napoli, dentista a Milano, centro analisi del sangue a Roma. Qual è la base della local SEO medica?

marketing medico
Un esempio di local marketing per studi medici.

Devi creare un account Google per aziende che ti dà la possibilità di inserire la tua attività nelle ricerche geografiche, nel local pack (i risultati locali nella serp), nella scheda brand che appare quando cerchi il nome dell’attività. Se, ad esempio, vuoi posizionare la tua impresa sulle mappe di Google devi lavorare su questo aspetto e sono diversi i fattori da rispettare per ottenere risultati.

In primo luogo devi aggiungere tutte le informazioni possibili con precisione. Poi devi inserire, se possibile, buoni contenuti informativi tipo video, immagini e post su Google. Infine – aspetto più importante – hai bisogno di tante recensioni positive: dopo la rilevanza e la prossimità, la qualità è un parametro decisivo per il ranking e questo avviene grazie alla bontà delle recensioni.

Da leggere: la giusta playlist della radio personalizzata

Crea uno studio accogliente

Ecco una soluzione da mettere in campo: devi accogliere le persone in un ambiente che comunichi sicurezza, affidabilità, serenità e rispetto del paziente. Si parte dal customer care service che consente di ottenere tutte le risposte in tempi minimi e con la giusta educazione, si prosegue dai dettagli che fanno la differenza. Come i colori degli arredi (neutri, piacevoli e poco affaticanti) e la musica. In questo caso non puoi improvvisare: hai bisogno di una radio personalizzata.

Ovvero uno strumento di marketing per scegliere la musica da far ascoltare ai pazienti e i messaggi utili a dare informazioni necessarie. Anche questo è un modo per fare marketing medico. Vuoi maggiori indicazioni? Ecco cosa devi sapere per avviare un percorso virtuoso.