Il Digital Audio Broadcasting è una delle soluzioni migliori per chi cerca una trasmissione di alta qualità. Senza fruscii e interferenze. Questo standard di diffusione per la radio digitale, infatti, si differenzia da altre soluzioni precedenti proprio per la qualità dell’audio trasmesso dalla fonte.

In realtà i vantaggi per chi decide di creare una trasmissione, tipo una web radio, con il DAB sono diversi. Il DAB, in particolar modo nella versione DAB+, permette di ottenere un suono pulito ma anche un maggior numero di informazioni veicolate insieme all’audio. Come immagini e testo.

Questo perché stiamo parlando non di un sistema analogico ma digitale. Aumentano le frequenze, migliora la qualità, si moltiplicano le possibilità a disposizione del flusso informativo. Ecco quello che devi sapere sulla centralità del DAB nel mondo della comunicazione radio contemporanea.

Cos’è il Digital Audio Broadcasting o DAB?

Si tratta di uno standard per le trasmissioni radio digitale che consente di inviare un flusso di con una qualità molto elevata, nella versione DAB+ è paragonabile a quella di un CD. Il progetto non è relativo agli ultimi anni, anzi: la prima radio che ha utilizzato il flusso DAB risale al 1995.

Ovvero quando una radio norvegese ha attivato per la prima volta il Digital Audio Broadcasting per le sue trasmissioni. Stiamo parlando della NRK Klassisk. Dopo poco è arrivata anche la BBC che ha deciso di utilizzare la soluzione digitale noto come DAB per le sue trasmissioni.

Da leggere: cos’è la musica royalty free e come si usa

La diffusione della DAB (ed evoluzione) in Italia

Come suggerisce WikiPedia, che cita la Gazzetta Ufficiale, la legge italiana impone che tutti i ricevitori radio abbiano funzionalità digitale a partire dal 1° gennaio 2020. Il governo, di conseguenza, si è impegnato ad elaborare una road map adeguata per lo sviluppo del DAB+.

La diffusione della DAB (ed evoluzione) in Italia
Diffusione del formato DAB + in Italia

Attualmente, almeno secondo i dati più recenti di worlddab.org/countries/italy, anche fonte dell’immagine in alto, si stima che la copertura combinata delle trasmissioni regolari e di prova della DAB+ sia pari a circa l’86% della popolazione italiana. Quindi siamo a buon punto. Soprattutto se prendi in considerazione la lista delle radio DAB+ che puoi ascoltare in Italia.

Evoluzione della DAB alla nuova versione DAB+

L’arrivo del Digital Audio Broadcasting non vuol dire automaticamente risoluzione di tutti i problemi in termini di qualità audio. Anzi, in molti casi abbiamo assistito alla nascita di ulteriori elementi di criticità proprio rispetto alla qualità della trasmissione. per questo nasce il DAB+.

WorldDAB, the organisation in charge of the DAB standards, announced DAB+, a major upgrade to the DAB standard in 2006, when the HE-AAC v2 audio codec (also known as eAAC+) was adopted. AAC+ uses a modified discrete cosine transform (MDCT) algorithm

WikiPedia

Come suggerisce la pagina della DAB, l’evoluzione alla versione plus adotta il codec audio HE-AAC v2 (noto come eAAC+), il formato MPEG Surround e una soluzione più potente per la correzione degli errori sotto forma di codifica Reed-Solomon. Anche per questi motivi, i vecchi ricevitori DAB non possono ricevere trasmissioni nel nuovo standard se non dopo un aggiornamento.

Quali sono i vantaggi del Digital Audio Broadcasting?

Il modo migliore per comprendere la centralità di questa evoluzione delle trasmissioni radiofoniche: elencare i benefici che derivano dal cambiare struttura e scegliere il formato DAB (o meglio, il DAB+). Allora, quali sono i punti di forza che devi sempre prendere in considerazione nelle scelte?

Output

Il primo aspetto che dobbiamo valutare è che la qualità del suono, della musica e della voce trasmessa è nettamente superiore. Non ci sono più interferenze, fruscii tipici delle radio FM. Questa condizione è perfetta per chi utilizza le web radio per molto tempo e, ad esempio, vuole viaggiare o intrattenersi con la propria stazione preferita senza interruzioni.

Diffusione

Come anticipato, oggi la diffusione dei segnali DAB in Italia è adatta a un uso quotidiano. Inoltre ci sono tanti dispositivi e autoradio che permettono di ascoltare queste trasmissioni. Li riconosci grazie al simbolo DA+ sulla scocca o su qualche pulsante.

Multimedialità

Con il DAB+, in realtà già con la versione precedente, non parliamo più solo ed esclusivamente di audio. Il segnale può essere arricchito con contenuti multimediali come immagini o testo. Senza dimenticare che puoi aumentare il numero dei programmi.

Semplicità d’uso

Questo è un aspetto che riguarda tutti, sia per chi trasmette che per gli ascoltatori. In primo luogo non hai bisogno di sintonizzarti, non devi ricordare la frequenza e sperare che non ci siano interferenze: basta selezionare la stazione e il DAB+ fa il resto. Inoltre, sintonizzare una radio DA+ è semplicissimo, devi solo avviare la ricerca automatica.

Detto in altre parole, grazie a questa nuova esperienza radiofonica puoi non solo creare trasmissioni di estrema qualità ma ampliare anche le opzioni disponibili alla tua strategia di comunicazione.

Da leggere: cos’è e come realizzare un jingle pubblicitario

Come posso attivare questo tipo di trasmissione?

Vuoi sfruttare al massimo i benefici di un lavoro di qualità sulla trasmissione audio digitale? Abbandona interferenze, limiti, costrizioni legate al semplice canale audio e goditi i vantaggi di una radio multimediale, moderna e affidabile. E soprattutto semplice da fruire per gli utenti. Il fascino della radio può e deve sfruttare i benefici del digitale grazie ad DAB+. Vuoi sapere come?

Whatsapp
Invia